Analizzando il mercato: cosa manca a questa squadra?

di Nicola Santarossa
articolo letto 1273 volte
Foto

A poco più di una settimana di distanza dalla partita che vedrà affrontarsi la nostra Udinese contro la sorpresa Parma, è giunta l’ora di fare un bilancio su questi primi giorni di mercato di riparazione, cercando anche di capire se le mosse fatte fino ad oggi sono sufficienti a riportare le Zebrette ad un livello più alto rispetto a quello, scarso, degli ultimi anni.

Le operazioni in famiglia che dal Watford hanno portato in Friuli l’olandese Zeegelaar e l’ex Samp Okaka non convincono del tutto, in quanto si tratta di giocatori che hanno disputato nell’ultimo periodo soltanto spezzoni di partita e non sembrano pienamente pronti a scendere in campo dal primo minuto; in uscita Pezzella (direzione Genoa) lascia il posto a un D’Alessandro che si è meritato la titolarità con le ultime inaspettate, positivamente parlando, prestazioni.

Anche Machis sembra essere oramai prossimo ai saluti, mentre Barak ha ricevuto le lusinghe del Parma che gli ha offerto un prestito semestrale.

In entrata ci si aspetta sicuramente dell’altro, per completare la rosa e renderla più competitiva di quella che è adesso, dopo aver affiancato a Lasagna una prima punta fisica in grado di proteggere palla e far salire la squadra ed offrendo a D’Alessandro e mister Nicola una valida alternativa per la fascia sinistra.

Così facendo cambierebbe il modulo di gioco (con due punte finalmente di ruolo) e a Kevin sarebbe permesso di agire in maniera più libera, svincolandosi dalla marcatura fissa dei centrali ed avere così più spazio per inserire e pungere le difese avversarie.

Scuffet, scontento e alla ricerca di spazio, dovrebbe essere ceduto in prestito, così come Coulibaly, vicino al Carpi.

La difesa potrebbe essere completata con qualche ritocco: si parlava di Zukanovic del Genoa (da inserire nell’operazione Pezzella), ma il bosniaco sembra essere vicino alla Spal. Serve comunque un centrale con esperienza da fiancheggiare a Nuytinck o Ekong.

Importante sarà il recupero in mediana di Badu (per far rifiatare Fofana), da sempre pedina jolly per quanto riguarda corsa e sacrificio, a cui ultimamente si è interessata la Roma. Anche in questo reparto sarebbe opportuno intervenire in entrata, acquistando un centrocampista in grado di fare entrambe le fasi.

In attacco, visto l’arrivo di Okaka e la probabile partenza di Vizeu, si aspetta la guarigione del lungodegente Teodorczyk, mentre non sembrano previsti, attualmente, altri acquisti.

I tifosi vogliono dalla società delle risposte importanti, com’è giusto che sia: ora sta alla proprietà muoversi sul mercato per salvare un’altra stagione deludente ed evitare spiacevoli soprese.

Nicola Santarossa


Altre notizie
Martedì 19 Marzo
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy