SEZIONI NOTIZIE

Nemica prudenza

di Martino Pavan
Vedi letture
Foto

Sarebbe fin troppo semplice parlare in questo breve articoletto della grande delusione che, come tifoso, provo dopo la sconfitta interna di ieri col Brescia. Ritrovarci di nuovo a parlare di un inciampo, il terzo di fila, il secondo di fila in casa, per di piu' dopo aver giocato male e contro una neo promossa. Vedo che lo sconforto è gia tanto tra noi tifosi per andare a girare il coltello nella ferita. Piuttosto in questo articolo vorrei soffermarmi affrontando l'argomento più da un altro punto di vista, ovvero quello tattico.

Ieri il Brescia (con tutto il rispetto) non il Barcellona è venuto a Udine con un trequartista e due punte. Noi, giocando in casa, e appunto contro una diretta concorrente, Li abbiamo affrontati con un trequartista e una punta. La cosa a mio modesto avviso lascia perplessi, perchè ha ragione Tudor a dire che i moduli sono solo numeri, che conta l'atteggiamento ma è anche vero che mettere in campo le punte quando si è sotto e con l'acqua alla gola non sembra una mossa molto azzeccata come abbiamo visto ieri, ne la mossa di una grande stratega tattico. In quei momenti gia difficili, si rischia di andare a creare solo caos e confusione in una situazione già difficile. Partendo da questo punto di vista oggi, come faccio quasi tutte le domeniche, ho dato un occhiata alle formazioni delle altre squadre che hanno giocato ieri o che giocavano oggi e noto che il Verona, nostro prossimo avversario, è andato a Torino in casa della Juve con due trequartisti e una punta (e facendo un figurone pure!!), continuo con le altre squadre della nostra stessa fascia (classifica alla mano) e trovo il Sassuolo con tre attaccanti di ruolo in campo, la Spal con due attaccanti di ruolo, il Parma va a giocare a Roma contro la Lazio con 3 attaccanti e uno spregiudicato 4 3 3, il Bologna affronta la Roma con 3 trequartisti e un attaccante, il Lecce affronta il Napoli con due attaccanti e un trequartista, la Sampdoria affronta il Torino con due attaccanti e il trequartista...morale della favola?

Siamo la squadra più prudente della Serie A, l'unica che ha giocato con una sola punta di ruolo, giocando per di più tra le mura amiche e contro una squadra di certo non imbattibile, almeno alla vigilia del match. Siamo sicuri che questa eccessiva prudenza non influisca anche a livello psicologico sulla squadra? Ricordo che mr. Tudor alla prima conferenza stampa della stagione, giustamente, faceva notare che l'Udinese nella stagione appena conclusa aveva segnato troppo poco, allora perchè questo schieramento cosi prudente? Allora perchè mettere dentro le punte solo quando si è sotto? Le partite, ho l'impressione, le si perdono lo stesso pure giocando con schieramenti abbottonati. A questo punto non sarebbe meglio giocarsela in maniera piu spregiudicata fin dall'inizio? e sia chiaro,nessuno chiede di giocare alla Zeman, nessuno chiede chissà che schieramenti offensivi ma neanche questa eccessiva ed esagerata prudenza contro tutti, grandi e piccoli. Lo si puo capire in casa della lanciatissima Inter di Conte, lo si capisce molto meno contro il Brescia, anche perchè a differenza degli anni scorsi quest'anno i giocatori ci sono sia a centrocampo sia in attacco e lascia non poca preplessità, almeno in chi scrive, che cambino gli allenatori, cambino i giocatori ma inevitabilmente si ritorna sempre su questo ormai esasperante 3-5-1-1...possibile non ci siano alternative? Possibile che tutti abbiano i giocatori adatti per altri moduli tranne noi? Visti i risultati degli ultimi anni non sarebbe ora di cambiare e non solo quando si va sotto? La speranza è l'ultima a morire...si sa...speriamo che il messaggio arrivi a chi di dovere.

Altre notizie
Giovedì 28 maggio 2020
20:33 Notizie Dal Pino: "Abbiamo sempre lavorato per il bene del calcio e per la difesa del suo futuro, Serie A deve tornare a essere miglior campionato al mondo" 20:29 Notizie Gravina esulta: "Ripartenza del calcio messaggio di speranza per tutto il paese" 20:25 Pordenone Serie B, Balata: "Campionato riparte il 20 giugno, ringraziamo Spadafora" 19:57 Notizie Spadafora: "Giusto che il calcio riparta ma se dovesse riemergere l'emergenza sanitaria il campionato verrà nuovamente sospeso" 19:51 Notizie La Serie A riparte, per l'Udinese subito un match importante in ottica salvezza contro il Torino
PUBBLICITÀ
19:45 Primo Piano La Serie A riparte! Campionato al via dal 20 giugno, c'è l'ok da parte del governo 18:55 Notizie Ripresa Serie A, iniziato il summit decisivo: dovrebbe durare al massimo un'ora 18:52 Notizie La carica di Nuytinck: "Voglio tornare in campo e combattere per difendere i nostri colori" 17:42 Notizie Dal Cts il via libera alla ripresa: protocollo approvato ma rimane la quarantena per le squadre in caso di positività 12:00 Pordenone Messaggero Veneto: "Pordenone, confortanti i test a cui si è sottoposto il gruppo" 11:13 Notizie Tommasi: "Criticità da risolvere sulla ripartenza, calciatori non sono dei robot" 09:00 TuttoDilettanti FVG Eccellenza - Moro e Colletto riconfermati alla guida di Fontanafredda e Fiume/Bannia 08:00 Notizie Lega-Spadafora, oggi l'incontro decisivo. I nodi sono diritti televisivi e quarantena
Mercoledì 27 maggio 2020
22:43 Tifosi bianconeri Abbonamenti, garantiti i rimborsi. Nei prossimi giorni arriveranno i chiarimenti ufficiali 21:58 Focus ESCLUSIVA TU - Calori: "L'Udinese si deve giocare fino alla fine la salvezza. Gotti ha dato un'identità alla squadra" 21:50 Gli ex Scuffet: "Voglio continuare a migliorarmi" 20:43 Notizie Gravina: "Calcio deve ripartire subito, altrimenti il danno sarà irreparabile" 20:25 Gli ex Badu sulla sua esperienza all'Udinese: "Arrivare terzi risultato incredibile, Guidolin l'allenatore che mi ha dato di più" 20:21 Notizie Il report dell'allenamento odierno: doppia seduta quest'oggi, domani giornata di riposo 20:03 Focus A Casa con la Band - Con noi c'è Franco Zuccalà