Udinese, oggi la partenza per Sankt Veit dopo la prima sgambata stagionale contro la Rappresentativa FVG

di Jessy Specogna
articolo letto 972 volte
Foto

L'Udinese partirà quest'oggi per Sankt Veit, sede del ritiro bianconero in terra austriaca. Nel frattempo, nella giornata di ieri, i friulani hanno disputato la prima amichevole della nuova stagione, una sgambata contro l'interessante Rappresentativa FVG allenata da Roberto Bortolussi. I ragazzi di Gigi Delneri sono apparsi abbastanza imballati, reduci da carichi di lavoro sempre più importanti durante la prima settimana di ritiro al "Bruseschi".

Il mister di Aquileia ha schierato nel primo tempo della sfida un 4-4-2 con Bizzarri in porta, Widmer,Danilo,Angella e Bochniewitz in difesa, Ingelsson,Badu, Halfreddson e De Paul in linea mediana con la coppia Thereau-Lasagna davanti. Ad aprire le marcature è stato Gabriele Angella, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto molto bene da De Paul. Proprio il difensore italiano e il fantasista argentino sono apparsi tra i più positivi nella sgambata di ieri.  El diez biaconero, oltre a cercare di innescare Widmer, si è esercitato a entrare dentro il campo per linee interne, con la sua buona conduzione di palla a cui ha aggiunto anche un paio di conclusioni e una traversa con un sinistro a giro che avrebbe meritato maggior sorte. Bene nel primo tempo anche Halfreddson, solito mediano prezioso, e Lasagna, sempre abile a dettare la profondità con i suoi movimenti costanti. Il primo tempo a Manzano si è concluso sul punteggio di 4-0 che ha visto in Thereau il protagonista di una bella doppietta.

Nel secondo tempo girandola di cambi per mister Delneri che ha proposto sempre un 4-4-2 cambiando tutti gli interpeti ad eccezione di Angella e Ingelsson. Si sono dunque visti in campo tra gli altri Ewandro,Perica,Balic, Fofana, Wague,Scuffet e Matos. Positiva è stata la prova del centrocampo composto da Fofana e Balic, con l'ivoriano che  ha giganteggiato grazie alla sua esuberanza fisica e il croato preciso metronomo al suo fianco, nonostante la condizione fisica degli elementi schierati nella seconda frazione di gioco sia apparsa inferiore a quella dei giocatori impiegati durante i primi 45 minuti di gioco da Delneri. A siglare il quinto e ultimo gol dell'Udinese ieri pomeriggio è stato Wague, bravo a deviare in rete il pallone dopo una buona iniziativa di un Ewandro sempre molto elegante nelle movenze palla al piede. Nel finale è arrivata poi la meritatissima rete dei ragazzi della rappresentativa, con Lombardi molto bravo a infilare Scuffet, autore poco prima di una gran parata sullo stesso Lombardi.

Male invece nella prima amichevole stagionale Perica e Matos, molto impreciso e grezzo il primo, inconcludente e mai incisivo il secondo. Da rivedere invece la prestazione dello svedese Ingelsson,un po' troppo prevedibile quando punta l'uomo e eccessivamente timido. Bene invece come detto De Paul,Angella, Halfredsson, Balic, Fofana e Lasagna, nonostante l'avversario di certo non particolarmente probante. Delneri avrà comunque avuto sicuramente delle buone indicazioni da questo primo test. La squadra partirà ora alla volta di Sankt Veit, con la consapevolezza che c'è ancora molto da lavorare e migliorare per una stagione da medio-alta classifica, magari aspettando l'arrivo della punta tanto promessa dalla società già nei prossimi giorni.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI