Barak e un'involuzione preoccupante: quanto manca il vero ceco a questa Udinese!

di Jessy Specogna
articolo letto 480 volte
Foto

Tra i diversi problemi che affliggono l'Udinese di Massimo Oddo in questo momento non c'è solo la sterilità di un attacco ridotto all'osso in seguito all'infortunio di Lasagna. A mancare sono anche i gol e le buone prestazioni da parte dei centrocampisti, coloro che, se in forma, possono davvero fare la differenza, essendo il centrocampo il reparto più forte di questa squadra senza ombra di dubbio. Se da Behrami non ci si può ormai aspettare più di tanto visto le sue condizioni fisiche abbastanza precarie, se Fofana è in ripresa giornata dopo giornata,se Jankto ha praticamente cambiato ruolo nelle ultime settimane,alzando il suo raggio d'azione, sicuramente di più ci si attende da uno come Antonin Barak. 

Il ceco classe '94, arrivato in Italia dallo Slavia Praga, aveva fin da subito ben impressionato, guadagnandosi un ruolo chiave nella squadra sia sotto la gestione Delneri che poi soprattutto sotto la gestione Oddo. Un centrocampista dal gol facile capace, in due mesi, da ottobre a dicembre, di realizzare ben 6 gol e 2 assist. Era anche grazie a lui se il problema dell'attacco era stato mascherato. Ora però il ceco sta vivendo un periodo non troppo positivo e da almeno un mese non è più lui.A Torino contro la Juventus domenica scorsa ha fornito una prova incolore e davanti al suo beniamino Nedved è stato anche sostituito da Oddo, non soddisfatto dal suo rendimento in campo. L'Udinese, per tornare a volare e a far punti, ha fondamentale bisogno di ritrovare il suo biondo centrocampista. 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy