Apu Gsa, Micalich: "Abbiamo giocato da dio per 28 minuti. Sta sera brucia perdere"

di Stefano Pontoni
articolo letto 222 volte
Foto

Le parole di Davide Micalich dal PalaFerraris di Casale: “Sono rammaricato. E’ stata una partita giocata da dio per 28 minuti, a tratti dominata con una supremazia quasi imbarazzante. Il basket è bellissimo perché col tiro da 3 ti permette sempre di recuperare. Stasera brucia perdere, ma facciamo i complimenti ai nostri avversari che hanno vinto sospinti da un pubblico molto corretto. Non demoralizziamoci perché la serie è lunga, ma fa rabbia perdere così, dopo tre quarti giocati alla grandissima. Abbiamo subito troppi secondi e terzi tiri, che hanno dato ossigeno ai nostri avversari. Dobbiamo guardare avanti con fiducia perché forse siamo più forti noi, ma questa sera hanno vinto loro e bisogna riconoscere onore e merito a chi vince. Pellegrino è stato fantastico inizialmente e poi si è un po’ perso per strada. Mortellaro si è innervosito e ci è mancato Diop. In vista dello striscione ci siamo un po’ seduti, peccato perché per lunghi tratti li abbiamo portati a scuola. Sono stati bravi a non mollare e credo che abbiano speso tante energie”.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI