Alma Trieste - GSA Udine 79-85, LE PAGELLE, si rivede la vecchia Udine

di Davide Marchiol
articolo letto 610 volte
Foto

In un derby dove i pronostici sono tutti in favore dell'Alma, la GSA Udine torna a mettere in mostra la sua difesa impermeabile, rischiando pochissimo. Un paio di amnesie e qualche tiro errato di troppo rischiano di vanificare tutto, ma la prestazione è di quelle vecchio stampo e arriva una vittoria che cancella tutte queste settimane di critiche e pressione.

Pinton 6,5 - Recupera da sotto a una avversario il pallone del pareggio dopo un primo quarto dove Bowers aveva fatto vedere i sorci verdi ai bianconeri. Tanto gli basta per lasciare il suo segno nel derby.

Mortellaro 7 - Per i lunghi è una partita molto complicata, come dimostrato dai tantissimi falli commessi. Il professore però non si lascia intimorire e prima approfitta delle distrazioni giuliane per mettere qualche punto dal pitturato, poi in rimbalzo la sua reattività è fondamentale.

Benevelli 6 - Fatica tantissimo al tiro e infatti mette dentro solo 2 punti, dopo l'infortunio è normale che fatichi a prendere il ritmo, non fa mancare la voglia.

Bushati 7,5 - Ecco, Franko è sempre il solito. La tendenza a prendersi tiri impossibili non svanisce, ma gli entrano quelli giusti al momento giusto. Fa sentire tutta la sua esperienza ai liberi, segnando un fondamentale 8/10.

Raspino 7,5 - Nei minuti regolamentari è un giocatore un po' anonimo, come gli sta capitando nelle ultime partite. Qualche punto, qualche rimbalzo, ma nulla di determinante. Poi negli over time vengono fuori tutte le sue qualità. Tantissima aggresisvità e il canestro allo scadere che manda la partita al secondo, fondamentale, over time.

Pellegrino 6 - Del reparto lunghi è il più in difficoltà. Bowers nei primi minuti non gli fa capire assolutamente nulla e nel finale perde un paio di palloni da mini basket. Non a caso Lardo, quando può, gli preferisce Mortellaro. Mette comunque 4 punti fondamentali nella fase iniziale del match. Con Bowers a mezzo servizio, inizia a difendere meglio.

Dykes 8.5 - Non si prende nove solo per l'avvio decisamente in sordina, con una serie di tiri errata non da lui e che potrebbe condannare subito Udine. Poi però prende fiducia e diventa automaticamente MVP. Difesa aggressiva, bombe nel canestro, la tripla dello strappo definitivo. Un grande giocatore per una grande vittoria.

Nobile 6 - Per Vito giusto i minuti per lasciare a Caupain il tempo di calarsi nell'atmosfera dell'Alma Arena e per mettere a segno i suoi personali due punti da mettere a referto.

Diop 6,5 - La sua inesperienza si fa sentire, ma sopperisce a ciò con la voglia di mostrare il suo talento. Un paio di falli sono ingenui, ma la sua fisicità è fondamentale per aiutare i lunghi in una partita difensivamente molto complicata.

Caupain 8 - Prima partita in Serie A2. Da sette giorni in Italia. Doppia doppia. Il biglietto da visita è di quelli importantissimi e Veideman può solo accettare la panchina (a causa del limite sugli stranieri). Entra e con una tranquillità serafica spara una tripla importantissima in un momento in cui la mano di molti avrebbe tremato. 43 minuti, più tempo in campo di tutti e per un nuovo arrivo non è cosa da poco. Troy dà il suo apporto con 16 punti e 10 rimbalzi. Difficile già incensarlo come nuovo pilastro della GSA, ma sicuramente il primo impatto è stato devastante.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI